Usato, crescita infinita anche nel 2018



 
Non si ferma la crescita del mercato dell’usato. La conferma arriva da una ricerca dell’Osservatorio di AutoScout24, il grande portale di annunci auto e moto, sul mercato delle auto usate in Italia nel 2018. Dopo un 2017 chiuso con una crescita del 4,7%, lo scorso anno le vendite di auto di “seconda mano” sono aumentate nuovamente del 4,7% rispetto all’anno precedente e di ben il 20,6% se paragonate al risultato di cinque anni fa.
 
In testa alle ricerche degli italiani c’è sempre il diesel che nonostante le limitazioni e le campagne sfavorevoli continua a crescere con un aumento sia dei passaggi di proprietà, sia dell’incidenza sul totale delle vendite e delle richieste.
 
Secondo i dati Aci nel 2018 la quota di mercato del gasolio è del 53,8% (52,7% nel 2017), con una crescita dei passaggi di proprietà del +7,3%, dato confermato anche dall’analisi interna di AutoScout24 in cui ben il 65% delle richieste totali riguardano vetture diesel.
Cresce anche l’interesse verso le auto “green”, che però ancora rappresentano una quota limitata, per via del prezzo medio più alto (21.090 euro) attribuibile alla maggiore freschezza di queste vetture.
 
Da segnalare che il prezzo medio delle vetture offerte sul mercato, circa 12.280 euro, si mantiene sostanzialmente stabile con un lieve incremento dello 0,9%, mentre l’età media delle auto in vendita è di 8,3 anni.
Tra le province capoluogo di regione più care spicca Trieste con un costo medio di 20.210 euro, seguita da Bologna (15.430 euro), Venezia (14.670 euro), Roma (13.450 euro) e Milano (13.130 euro).
 
Sul fronte completamente opposto troviamo Genova e L’Aquila, dove gli acquirenti devono prevedere, rispettivamente, una spesa di 9.870 euro e di 9.860 euro. Regina delle auto più richieste è sempre l’intramontabile Volkswagen Golf, mentre tra le green ibride ed elettriche si distingue la Toyota Auris.
 
L’analisi del Centro studi di AutoScout24 su base dati Aci, vede quindi nel 2018 i passaggi di proprietà raggiungere quota 3.090.049 e tra i capoluoghi di regione più attivi troviamo Roma (229.979 passaggi), Napoli (142.795) e Milano (138.909).
Confrontando invece i dati con la popolazione residente maggiorenne, sale sul podio Trento con 834,9 passaggi di proprietà ogni diecimila abitanti, seguita da Aosta (719,6) e Perugia (670,8).
 
“L’Osservatorio di AutoScout24 registra un mercato dell’usato vivace e in costante crescita, che ha superato i 3 milioni di passaggi nel 2018 – sottolinea Tommaso Menegazzo, responsabile del Centro studi di AutoScout24 – La combinazione di elevata età media delle auto e prezzi medi stabili confermano come l’usato sia sempre più una valida alternativa al nuovo per individui e famiglie.
Nonostante stia crescendo la sensibilità verso le auto “green”, contestualmente alle preoccupazioni legate alle limitazioni di traffico e di emissioni di CO2, gli italiani continuano a preferire vetture diesel. È un’apparente contraddizione tipica di un sistema auto sempre più complesso, in cui scegliere l’alimentazione giusta per l’immediato futuro non è semplice ed il fattore prezzo continua a giocare un ruolo importante.
Nella scelta dell’auto usata gli italiani continuano a orientarsi su vetture alimentate in modo tradizionale soprattutto per una questione di costi, dato che le “green” sono al momento ancora più care, e scelgono il diesel perché consuma meno e ha una durata maggiore rispetto al benzina”. (m.r.)

La Repubblica si fonda sui lettori come te, che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il sito o si abbonano a Rep:. È con il vostro contributo che ogni giorno facciamo sentire più forte la voce del giornalismo e la voce di Repubblica.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica

Have any Question or Comment?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *