Truffa all’esame di guida, il cellulare è nel maglione




La Polizia Stradale di Genova ha denunciato  per falso in atto pubblico M. J., un trentenne pakistano richiedente asilo e residente  nel ponente  genovese, sorpreso sul fatto mercoledì scorso mentre sosteneva le prove teoriche per la patente di guida negli uffici della Motorizzazione Civile di via Dino Col.
La preparazione all’esame aveva richiesto tempo, ma non per allenarsi sui quiz ma per allestire una vera e propria “centrale multimediale”. Il candidato aveva incollato uno smartphone alla parte interna del suo pesante maglione dalle cui larghe coste si intravedeva la piccola videocamera del telefonino, grazie alla quale poteva diffondere l’immagine della scheda da compilare; per comunicare, invece, un cavo portava ad un microfono incollato sopra la spalla destra, ed un auricolare wireless di ridottissime dimensioni era inserito in profondità nell’orecchio sinistro.
 

Have any Question or Comment?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *