Taylor Swift ha mandato un potente messaggio su come vengono trattate le donne nell’industria musicale





















Taylor Swift non ha più intenzione di restare calma davanti agli stereotipi di genere e si è aperta sulla propria esperienza per smascherare il sessismo che purtroppo ancora impera in moltissimi settori, compreso il suo, quello musicale.

La cantante ha raccontato a Apple Music che a un certo punto della sua carriera avrebbe preferito che ci si concentrasse sul suo lavoro, piuttosto che sulle sue relazioni come stava avvenendo: “Quando avevo 23 anni, le persone mi riducevano, facevano slideshow sulla mia vita sentimentale e ci mettevano dentro persone che erano state sedute una volta vicino a me a una festa“.

“È un modo di prendere una donna che sta facendo il suo lavoro e ha successo nelle cose che fa, e di minimizzare tutte queste sue capacità prendendo qualcosa che ognuno fa nei propri periodi bui. La cosa è semplicemente slut-shame (ovvero far sentire una donna inferiore ndr.)”. 

Taylor Swift ha continuato spiegando che ne parla perché non vuole che la cosa si ripeta ed è andata nel dettaglio su come maschi e femmine vengono trattati in modo diverso: “Non voglio che succeda più e non penso che la cente capisca quanto è facile infierire su un’artista femminile o in generale su una donna nella nostra industria. Come se fosse sbagliato volere amore, volere soldi, volere successo“.

“Alle donne non è permesso volere quelle cose, mentre agli uomini sì“.



Infine ha dato un consiglio alle giovani artiste che si potrebbero trovare nella stessa situazione e può valere per chiunque, cantanti e non: “Non lasciare che niente ti fermi dal fare arte. Continua a fare le tue cose. Non ti impigliare in questa cosa così che ti fermi dal creare arte o, se ne hai bisogno, fai arte parlando di questo. Ma non ti fermare mai“.

E se ti vuoi lasciar ispirare ancora un po’ da Tay Tay, clicca sull’articolo qui sotto!

ph: getty images









Have any Question or Comment?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *