Škoda, al via la produzione di componenti per i veicoli elettrici del gruppo Vw



 
Dopo la decisione di affidare a Škoda  Auto il compito di produrre i componenti per le auto elettriche del gruppo Volkswagen, la casa boema ha avviato l’attività produttiva presso la sua fabbrica principale di Mladá Boleslav.
 
Alla Škoda  è stata affidata  la responsabilità della produzione delle batterie di trazione dei veicoli plug-in hybrid basati sulla piattaforma modulare Mqb del Gruppo tedesco di cui anche in marchio della freccia alata fa parte.
 
“A novembre 2017, il gruppo Volkswagen ha deciso di affidare a Škoda  Auto  la produzione di componenti elettrici per veicoli plug-in hybrid – ha dichiarato Michael Oeljeklaus, membro del Board Škoda  Auto  per produzione e logistica – Un incarico di grande fiducia. Le batterie ad alto voltaggio prodotte a Mladá Boleslav sono prova di eccezionale competenza tecnica oltre a essere il risultato di uno straordinario lavoro di squadra del team Škoda ”.
 
Ovviamente le batterie ad alto voltaggio prodotte nello stabilimento di Mladá Boleslav oltre a fornire l’energia elettrica per i modelli plug-in hybrid della piattaforma Mqb del gruppo Volkswagen equipaggeranno anche la Škoda  Superb iV, primo modello plug-in hybrid del brand, prodotta nell’impianto di Kvasiny e disponibile dal prossimo anno.
 
Per lo sviluppo delle linee di produzione di componenti elettrici e delle batterie ad alto voltaggio, Škoda  Auto  ha iniziato a preparare lo stabilimento di Mladá Boleslav due anni fa stanziando un importo di 25,3 milioni di euro e nei prossimi anni la capacità di produzione, inizialmente di 150.000 unità all’anno, sarà ulteriormente implementata.
 
“L’avvio della produzione di questi sistemi batteria – ha sottolineato Christian Bleiel, responsabile produzione componentistica in Škoda  Auto – è per noi è un passo importante verso l’elettro mobilità, che ci porta a fare tesoro delle sinergie interne al gruppo Volkswagen e a sviluppare un know-how specifico di tutte le fasi, dall’assemblaggio delle celle al momento del riciclo”.
 
Oltre all’assemblaggio dei sistemi batteria nella linea di produzione, lo staff dedicato (circa duecento persone) si occupa anche dei test e del caricamento prima dell’istallazione sui veicoli, mentre le celle e i moduli delle batterie, che sono i componenti di base delle batterie di trazione, vengono prodotti da fornitori di fiducia.
 
Naturalmente Škoda  Auto  si avvale del network del gruppo Volkswagen per le tecnologie impiegate nella fabbricazione, tra cui 13 macchinari Kuka, con capacità di carico che vanno da 210 a 500 kg.
 
Queste macchine sostengono i lavoratori nelle operazioni più gravose, trasportando componenti particolarmente pesanti o ingombranti, spostando i moduli delle batterie fino alla linea di assemblaggio e caricando le batterie completate su pallet di trasporto.
Nel reparto della fabbrica Škoda  altri robot provvedono invece velocemente al montaggio dei moduli o dei coperchi delle batterie.
 
Da segnalare poi l’impegno della casa boema nel campo dei temi correlati alla produzione delle batterie ad alto voltaggio come, ad esempio, la sicurezza sul lavoro, la prevenzione di incendi, la garanzia della qualità e la logistica.
 
“Il lavoro alla linea di assemblaggio ad alto voltaggio richiede misure di sicurezza specifiche poiché molte delle parti elettriche sono sensibili alle scariche elettrostatiche – spiegano al quartier generale – Škoda  Auto  ha inoltre lavorato ai sistemi di distribuzione per riuscire a stoccare un grande numero di batterie pesanti. Inoltre, sono state implementate nuove misure di sicurezza specifiche per il rischio incendio e procedure dedicate alle eventuali batterie danneggiate”. (m.r.)

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


Have any Question or Comment?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *