Simeone ha quell’anima che Agnelli chiede alla Juve: ecco perché lo voleva | Primapagina




Quello che è riuscito a fare Diego Simeone con l’Atletico Madrid è un qualcosa difficilmente replicabile. Non si tratta di un exploit, ma di una realtà che negli anni è riuscita ad inserirsi stabilmente nella diarchia spagnola Real-Barcellona, riuscendo sempre o quasi a farsi valere in ambito europeo. Scivolato in Europa League, si è rialzato vincendola. In precedenza anche due finali di Champions, sfumate davvero all’ultimo centimetro. Il tutto costruendo anno dopo anno una squadra capace di diventare unica nel suo genere, a immagine e somiglianza del suo allenatore. La partita di ieri sera contro la Juve è solo l’ultima di una lunga serie di capolavori dell’Atletico di Simeone, per cuore, coraggio, tenacia. E anche qualità. Tanto che a conti fatti il 2-0 alla fine può addirittura stare molto stretto all’Atletico.

PALLINO DI AGNELLI – Il tutto sotto gli occhi di Andrea Agnelli, che da sempre resta un grande estimatore di Simeone. Non a caso quando nei primi mesi del 2017 si era fatta decisamente concreta l’ipotesi di un post-Allegri da delineare, il profilo preferito dal presidente bianconero era stato identificato proprio in quello del Cholo. Diverse le preferenze di Fabio Paratici e Beppe Marotta, alla fine tutti sono stati d’accordo nel capire che Allegri restasse la migliore scelta possibile per la loro Juve. A tal punto da “perdonare” anche quella fede interista che accompagna Simeone ancora oggi, o quantomeno la visione italiana del tecnico argentino. E a vedere il dominio tecnico ed emotivo del Wanda Metropolitano, l’opinione su Simeone non può che essere stata rafforzata. Certo, non una splendida immagine quella dell’esultanza dopo il primo gol: ma in fondo lì c’era tutto quello che la Juve non ha avuto ieri sera, tutto quello che forse ancora serve per puntare davvero alla Champions.



Have any Question or Comment?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *