Land Rover “Antarctica Extreme” che sfida



 
E’ dallo scorso maggio il Brand Ambassador Land Rover per l’Italia, e per far capire di cosa è capace è diventato il primo italiano a lanciarsi in caduta libera nel freddo cielo d’Antartide con uno spettacolare lancio in paracadute da un aereo in volo a 5.000 metri d’altezza.
 
E’ infatti con questo prestigioso risultato che si è conclusa “Antarctica Extreme”, la spedizione con cui Danilo Callegari ha raggiunto il quarto obiettivo del “7Summits Solo Project”, un ambizioso progetto che lo vede impegnato nella scalata delle sette vette più alte dei sette continenti con missioni che uniscono all’impresa alpinistica vera e propria altre discipline outdoor estreme, per esperienza unica e mozzafiato.
 
Prima del lancio in paracadute, mentre in Italia si festeggiava l’arrivo del Nuovo Anno, Danilo ha raggiunto la vetta del Monte Vinson a 4.897metri. ”Il momento in cui raggiungi la vetta di una montagna è sempre emozionante, ma quando questa vetta rappresenta il punto più alto di un intero continente, le emozioni si mescolano tra loro rendendo il momento straordinariamente unico”, ha dichiarato. “Negli istanti di vetta mi sono riempito gli occhi di immagini di incredibile bellezza, innumerevoli cime completamente innevate si perdevano nell’orizzonte della Penisola Antartica mentre il vastissimo plateau antartico faceva da cornice a questo mio grande sogno finalmente realizzato”.
 
Per raggiungere l’obiettivo, rappresentato dalla scalata della vetta più alta d’Antartide, vero focus della spedizione e dell’intero progetto, Danilo è stato costretto a rivedere il suo piano originario per non compromettere l’intera avventura. Partito lo scorso novembre da Punta Arenas in Patagonia e dopo un transfer aereo in una base americana nel cuore dell’Antartide, ha trainato una slitta dal peso di circa 130kg per svariate centinaia di chilometri fino quasi a raggiungere l’85° sud affrontando condizioni climatiche avverse con forti e continue raffiche di venti e temperature glaciali estreme.
 
A cinque paralleli dal raggiungimento del Polo Sud Geografico, a causa delle pessime condizioni del manto nevoso di questa stagione anomala, si è visto costretto a richiedere recupero aereo per poter così avere il tempo necessario per continuare e portare a termine questa sua grande avventura.
 
“Questa mia impresa conferma ancora una volta come il legame con Land Rover sia costruito su grandi valori, che esaltano lo spirito avventuriero del brand oltre ogni confine. Land Rover Italia è arrivata insieme a me sulla vetta più alta d’Antartide: il Monte Vinson, 5.892 metri . Un’impresa incredibile che ci ha visto raggiungere il tetto continentale. Ma sono molto fiero di poter dire che grazie a Land Rover Italia ho raggiunto la quarta vetta conquistata, parte del mio progetto “7 Summits Solo Project”.

La Repubblica si fonda sui lettori come te, che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il sito o si abbonano a Rep:. È con il vostro contributo che ogni giorno facciamo sentire più forte la voce del giornalismo e la voce di Repubblica.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica

Have any Question or Comment?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *