Gattuso: ‘Arrabbiato per il primo tempo, mi è piaciuta la voglia di vincerla. Champions? Non prometto nulla’ | Serie A



Gennaro Gattuso, tecnico del Milan, ha analizzato a Sky Sport la vittoria contro l’Empoli: “Non erano tre punti scontati. Però in settimana abbiamo avuto qualche problemino come Paquetá che si è allenato solo una volta, Bakayoko che oggi non avrebbe dovuto giocare perché non è stato bene. Non mi è piaciuta l’interpretazione della partita, giravamo palla ma facevamo il solletico alla difesa dell’Empoli. Mi sono spesso arrabbiato mentre nel secondo tempo ci siamo mossi di più senza palla ed è andata“. 

Su Bakayoko e Piatek: “Il calcio è bello per questo, se ti impegni e ce la metti tutti fai cambiare l’idea a tutti. Merito a Tiémoué che oggi ha stretto i denti e dato il massimo. Su Krys, abbiamo segnato tantissimo nelle ultime gara, merito a lui e a tutti quelli che lo mettono in porta. Castillejo? Bisogna farsi trovare pronti, quando arriva l’occasione devi dimostrare. Siamo in tanti, faccio scelte precise perché quando negli occhi i miei ragazzi e ci diciamo tutto, remando tutti sulla stessa barca”.

Sull’obiettivo Champions: “Da anni non ci giocavamo la Champions, conta solo preparare bene le partite e lottare tutti insieme. Non prometto niente a nessuno. Siamo giovanissimi e con talento, dobbiamo dare continuità e crescere tutti insieme. Oggi ero molto preoccupato, vincere è stato importante. Tornare nel secondo tempo in campo con piglio e voglia mi lascia ben sperare”.