Ecco il nome del fondo che vuole la Sampdoria: ipotesi Palermo per Ferrero? | Serie A




La vicenda della possibile cessione della Sampdoria si arricchisce di una nuova puntata, e di un’eventuale svolta che avrebbe del clamoroso. Un intreccio, quello ipotizzato, che coinvolgerebbe il club blucerchiato, il fondo interessato e il… Palermo. Ma andiamo con ordine. Innanzitutto, secondo le indiscrezioni che circolano tra Genova e la Sicilia in queste ore, il fondo intenzionato ad assicurarsi il Doria sarebbe lo York Capital, una cordata che da quest’estate sta valutando di rilevare proprio il Palermo, attualmente tenuto in vita da una famiglia di imprenditori locali, i Mirri. All’interno del triangolo però potrebbe finire anche Massimo Ferrero.

Secondo Il Secolo XIX il patron blucerchiato verrebbe definito a Palermo ‘spettatore interessato’ del futuro dell’ex club di Zamparini. Il Viperetta potrebbe reinvestire parte dei soldi incassati dalla cessione della Samp proprio per acquistare i rosanero. Già l’estate scorsa ci sarebbe stato un incontro – mai smentito – tra Ferrero e Zamparini nella villa di quest’ultimo a Vergiate.  Il fondo York Capital è ampiamente conosciuto. Si tratta di una cordata molto solida e nota nell’ambito della finanza. Il fondo speculativo (al 30% di proprietà di Credit Suisse) è il capogruppo di varie attività, e recentemente in Italia si è assicurato le Terme di Saturnia, un edificio di Como e il progetto di riqualificazione immobiliare del complesso di Porta Vittoria a Milano. York Capital ha investito ampiamente anche nello sport: il suo fondatore James Dinan è proprietario dal 2014 dei Milwaukee Bucks, franchigia di basket Nba prima nella Eastern Conference. Anche a Genova il fondo è abbastanza celebre. Nello scorso aprile ha acquistato in co-investimento il capitale sociale di una società proprietaria di un complesso immobiliare. A maggio invece, aggiunge il quotidiano, aveva presentato un’offerta per un ‘credito incagliato’ di Carige, relativo alla Marina di Genova, che coinvolgeva un debito di circa 90 milioni. Un particolare interessante è che all’epoca Carige era guidata da Paolo Fiorentino, recentemente entrato nella Samp come vicepresidente.

Per quanto riguarda il Palermo, il prezzo stimato è di 27 milioni di euro, e entro il 15 marzo la famiglia Mirri dovrà versare i soldi per pagare gli stipendi alla squadra evitando i punti di penalizzazione, dopo la triste fine fatta con un altro fondo, questa volta inglese, ossia Sport Capital. In seguito si potranno aprire le eventuali trattative con York: alla vicenda oltretutto starebbe lavorando un altro ex blucerchiato, Rinaldo Sagramola. E la Samp? A Ferrero per il momento non sarebbero però ancora pervenute offerte ufficiali da parte del fondo americano, che dalla Sicilia identificano proprio con York. La vicenda starebbe attualmente vivendo una situazione di impasse, e potrebbe arenarsi a breve. Nonostante ciò, parecchi potenziali acquirenti resterebbero interessati al Doria, che è solido, economicamente appetibile e interessante per gli eventuali investitori.



Have any Question or Comment?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *