Atalanta, le pagelle di CM: Ilicic fa il fenomeno, de Roon chirurgico | Serie A



Fiorentina-Atalanta 3-3

Berisha 6: incolpevole sulle reti della Fiorentina. Ferma in uscita Muriel al 30′ st e si ripete poco dopo.

Toloi 6: palla al piede gioca in modo sicuro, ma prende un giallo pesantissimo che lo mette fuori causa per la gara di ritorno.

Palomino 5: ha sulla coscienza la sgroppata verso la gloria di Chiesa, che gli strappa il pallone da ultimo uomo.

Mancini 6: gioca fisicamente, venendo anche ammonito. Una sfida nella sfida contro la squadra che non ha creduto in lui e nella quale è cresciuto. Solido e scafato.

Hateboer 5,5: una prova sufficiente fino a quando Simeone gli sradica il pallone e dà il via all’azione della terza rete viola. Traversa piena di rimpianti nel finale. Anche lui ammonito, a Bergamo non ci sarà.

De Roon 6,5: Pasalic attacca, lui fa legna. Mette sotto pressione il reparto avversario alzandosi quanto serve. Trova una conclusione chirurgica che si infila al sette. Indispensabile.

Pasalic 6: sfrutta un’invenzione di Ilicic che lo vede nello spazio e deposita in rete il pallone. Viola mancato in estate, disputa una partita convincente. Castagne 6: spinge e trova terreno fertile sulla fascia destra, dove la Fiorentina schiera un sofferente Dabo.

Gomez 6,5: taglia l’area di rigore e insacca l’assist al bacio di Ilicic, si accende nella prima frazione salvo esaurirsi ben presto.

(dal 42’ st Barrow s.v.: cartuccia nei minuti finali)

Ilicic 7,5: dipinge calcio, è uno spettacolo e quando vive serate così, lo sloveno può essere solamente applaudito. Due assist strepitosi per Gomez e Pasalic

Zapata 5,5: fa tanto movimento, mettendo in crisi più di una volta il diretto marcatore grazie a un dirompente strapotere fisico. Viene arginato in qualche modo.

(dal 39′ st Reca s.v.: quarta presenza stagionale, esordio in Coppa Italia)

All. Gasperini 6: deve fare a meno di Djimsiti e Freuler, iniziando la partita con il piglio giusto e una pressione convincente che porta i suoi frutti. I gol di Chiesa e Benassi non minano più di tanto le certezze atalantine. Il gioco si mantiene e la bordata di De Roon è un assist per condurre la sfida.